Sfruttamento lavorativo: Governo italiano modifica la procedura per la “sanatoria” 2012

Con il decreto-legge n. 76 del 28 giugno 2013 il governo italiano ha parzialmente modificato la procedura della “sanatoria” 2012, il provvedimento di regolarizzazione per i migranti occupati irregolarmente iniziato lo scorso 15 settembre 2012 (art. 5, decreto legislativo n. 109 del 16 luglio 2012).

In particolare, l’articolo 9.10 del decreto legge dispone che:

–  nei casi in cui la dichiarazione di emersione sia rigettata per cause imputabili esclusivamente al datore di lavoro, ma siano presenti gli altri requisiti di legge, al lavoratore possa essere rilasciato un permesso di soggiorno per attesa occupazione;

– nei casi di cessazione del rapporto di lavoro oggetto di una dichiarazione di emersione non ancora definita, la procedura di emersione si considera comunque conclusa in relazione la lavoratore, al quale e’ rilasciato un permesso di attesa occupazione (o un permesso di soggiorno in presenza della richiesta di assunzione di un altro datore di lavoro).

In un memorandum pubblicato nel settembre 2012, Amnesty International aveva denunciato il fatto che la procedura della “sanatoria” 2012 limitasse la capacità dei lavoratori migranti di partecipare in maniera effettiva alla regolarizzazione del proprio status, rendendoli completamente dipendenti dal datore di lavoro ed accrescendo la loro vulnerabilità allo sfruttamento lavorativo.

Amnesty International aveva raccomandato che la procedura della “sanatoria” 2012 fosse modificata in modo da assicurarne la conformità con l’obbligo di prevenire e contrastare lo sfruttamento lavorativo, in particolare in modo che i lavoratori migranti fossero in grado:

– di completare la procedura anche senza la cooperazione del datore di lavoro, se in possesso dei requisiti del caso;

– di cambiare datore di lavoro legalmente durante il periodo di tempo necessario per il completamento della procedura. 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s